Dottor Umberto Remedi ORL Dottor Umberto Remedi Curriculum
Sito > Visita Specialistica > Intervento Turbinati


Le patologie su cui si può agire con la Radiofrequenza bipolare (RaVor™) sono le prime quattro perchè hanno in comune una ipertrofia dei turbinati medio e sopratutto inferiore. I pazienti lamentano ostruzione respiratoria nasale subtotale che può accentuarsi alternativamente a carico di una delle cavità nasali. Questi pazienti di solito dormono a bocca aperta e RUSSANO; talvolta lamentano cefalea frontale. La secrezione catarrale, che spesso accompagna questa affezione, crea un fastidioso, continuo bisogno di raschiare il rinofaringe e di deglutire. Tale secrezione nasale può diventare mucopurolenta o purolenta per infezione batterica sovrapposta. A questa infezione batterica sovrapposta ed alla discesa di secrezione purolenta nelle vie aeree inferiori sono dovute le manifestazioni infiammatorie laringo-tracheo-bronchiali spesso accusate da questi pazienti.
La terapia medica si avvale dell’uso di antistaminici per via generale, di spray al cortisone (riniti allergiche) o, quando non è possibile individuare ben precisi fattori endogeni, della crenoterapia salso bromoiodica e solfurea oltre a opportune misure igienico sanitarie. Si ricorre anche, con tutte le limitazioni date dall’ipertensione, diabete e glaucoma, all’infiltrazione sottomucosa di corticosteroidi nel turbinato inferiore.

INTERVENTO TURBINATI

La terapia chirurgica eseguita dal Dott. Remedi, ha lo scopo di ridurre il volume dei turbinati ipertrofici e quindi creare più spazio al passaggio dell'aria e si avvale dell’uso della RADIOFREQUENZA BIPOLARE. Questa nuova metodica chirurgica, viene eseguita senza tamponi, senza anestesia generale, senza ricovero e senza dolore !
Procedura:
la posizione ottimale per l’intervento è quella con il paziente seduto. Anestesia locale con spray anestetico eventualmente seguita dall’iniezione di 1-2 cc di anestetico locale in 3-4 punti diversi (ricordarsi di segnalare eventuali allergie agli anestetici).
Si esegue la prima lesione nella sottomucosa di fronte alla testa della conca. Si inserisce l’elettrodo completamente nella sottomucosa in posizione parallela al turbinato, e si attiva la corrente Rf per 5-9 sec. ripetendo la manovra una seconda ed eventualmente terza volta dietro la precedente a circa 15 mm.
Subito dopo l’intervento il paziente può riprendere le sue normali attività quotidiane astenendosi però dal fumo e dall’ingestione di cibi e bevande troppo calde. Nei giorni successivi la difficoltà respiratoria ed il russamento aumenterà per l’edema del tessuto operato. Verranno somministrati spray al cortisone e gocce oleose per diminuire questi fastidi.
Dopo 15 giorni lo specialista rimuoverà le croste che si sono formate tenendo presente però che il processo di colliquazione del turbinato dura oltre un mese. Alcune volte c’è necessità di un piccolo ritocco a distanza di due mesi.

1 - 2